Dopo l’intervento di trapianto di capelli è necessario tenere in considerazione alcuni punti. L’attenzione a questi punti garantirà una crescita sana dei capelli trapiantati. Se si rispettano questi divieti, la percentuale di successo dell’intervento di trapianto di capelli aumenterà.

Vietato l’ingresso

Chi è interdetto dopo il trapianto di capelli;

L’errore più comune commesso dopo il trapianto di capelli è quello di toccare con le mani l’area trapiantata. Tuttavia, questa situazione comporta un aumento del rischio di infiammazione a causa delle ferite aperte. Se si tocca con la mano, può verificarsi un’infiammazione nell’area del trapianto di capelli.

Non si deve fumare per almeno 7 giorni prima e dopo l’intervento. Se fumate, i tempi di recupero saranno più lunghi.

Non si deve bere alcolici per almeno 7 giorni prima e dopo l’intervento.

Non si devono usare anticoagulanti fino all’approvazione del medico, poiché dopo il trapianto di capelli si avrà un’emorragia, anche se di lieve entità, per un certo periodo.

Dopo il trapianto di capelli, è necessario stare lontani da ambienti umidi come bagni di mare e saune per almeno 15 giorni. Il medico vi dirà esattamente la durata di questo periodo.

Dopo il trapianto di capelli, non si deve prendere il sole o proteggere la testa dal sole fino all’approvazione del medico.

Non si deve andare in solarium per almeno 3 mesi dopo l’intervento.

È necessario evitare di nuotare per almeno 15 giorni dopo l’intervento. Il medico vi dirà esattamente quanto durerà questo periodo.

Dopo il trapianto di capelli, è necessario evitare attività sportive pesanti per almeno 1 mese. Dovete decidere con il vostro medico la durata di questo periodo.

Dopo il trapianto di capelli, non bisogna sollevare pesi pesanti per almeno 1 mese ed evitare di piegare la testa verso il basso.

Dopo l’intervento di trapianto di capelli è possibile fare passeggiate leggere. Il punto a cui dovete prestare attenzione in questa fase sarà quello di evitare la sudorazione. La sudorazione può provocare una sensazione di bruciore nell’area trapiantata.

Nella vita quotidiana è molto importante prestare attenzione ai raggi solari dopo l’intervento di trapianto di capelli. Il periodo più importante, nei primi 14 giorni, non deve essere esposto alla luce del sole, se possibile. Sarà vantaggioso per voi prolungare questo periodo fino a 3 mesi.

Il tempo consigliato per i rapporti sessuali dopo il trapianto di capelli è di 14 giorni. È necessario rispettare questo periodo consigliato per la salute del paziente e dei capelli trapiantati.

Dopo il primo lavaggio, la fascia viene utilizzata. La fascia utilizzata impedisce il gonfiore. È necessario continuare a utilizzare la fascia per almeno 32 giorni. Per quanto riguarda l’uso della fascia, è necessario fare attenzione a non dormire con la fascia indossata e a non strofinarla sui capelli mentre la si indossa e la si toglie.

Sarà bene utilizzare un cappello per sentirsi più a proprio agio visivamente. Tuttavia, per i primi 5 giorni dopo l’intervento di trapianto di capelli non si deve usare un cappello per evitare la pressione. È possibile utilizzarlo nei giorni successivi, se il medico lo approva. Quando si usa un cappello, fare attenzione a non esercitare pressione sulla zona della testa e a non usare cappelli aderenti.

Prodotti da utilizzare dopo il trapianto di capelli

Dopo l’intervento di trapianto di capelli, i farmaci devono essere utilizzati per i primi 8 giorni e alcuni prodotti devono essere utilizzati nelle prime 2 settimane durante la fase di lavaggio. Dopo l’intervento, lavate i capelli con gli shampoo che vi sono stati dati per 14 giorni. Prestare attenzione all’uso di lozioni e spray consigliati per 14 giorni. È necessario utilizzare i farmaci in modo completo, prestando attenzione agli orari per 8 giorni dopo l’intervento.

Dovete prestare attenzione dopo il trapianto di capelli

Le cose da considerare dopo l’operazione di trapianto di capelli sono;

Dopo l’intervento di trapianto di capelli, è necessario rimanere in ospedale. Tuttavia, il riposo è importante per la salute fisica. Se possibile, si dovrebbe riposare il giorno stesso dopo l’intervento di trapianto di capelli. Inoltre, non tornare al lavoro e alla vita sociale finché i canali aperti non saranno guariti eviterà di incontrare domande.

Il sonno è il problema più difficile dopo il trapianto di capelli. A differenza della posizione di riposo a cui si è abituati, è necessario rimanere in posizione supina per un po’ di tempo, finché non ci si riprende. Dormire è molto importante per il riposo del corpo. Durante questo processo, è necessario dormire sulla schiena con un angolo di 45 gradi, utilizzando possibilmente alcuni cuscini. Dopo l’operazione di trapianto di capelli, sicuramente sul lato o sul viso non si dovrebbe. Se il trapianto di capelli viene effettuato solo sulla zona della corona, è comunque necessario sdraiarsi sulla schiena e in alto per evitare l’edema.

Dopo l’operazione di trapianto di capelli

Alcune situazioni possono verificarsi dopo l’intervento di trapianto di capelli. È normale che si verifichino a causa di un piccolo intervento chirurgico. Dopo ogni intervento chirurgico si verificano alcune situazioni. È normale che queste situazioni si verifichino dopo il trapianto di capelli.

È possibile che dopo l’intervento si avverta un lieve dolore per alcuni giorni, il che è normale. In caso di dolore, è possibile utilizzare gli antidolorifici indicati dal medico.

Sebbene l’intervento di trapianto di capelli sia di piccole dimensioni, si tratta di una procedura chirurgica, quindi è normale che si verifichi un gonfiore durante l’apertura dei canali. Il gonfiore può essere osservato sulla testa, sulla fronte e, in alcuni casi, sul viso. Questi gonfiori durano da 2 a 5 giorni. Per ridurre il gonfiore, è possibile sdraiarsi sulla schiena con un angolo di 45 gradi. Bere molta acqua aiuta a prevenire il gonfiore. L’uso regolare della fascia in dotazione previene in modo significativo la formazione di gonfiori.

Una delle condizioni più comuni dopo il trapianto di capelli è il prurito. Il prurito nell’area del donatore può durare 1-2 mesi e può variare a seconda del processo di guarigione della persona. Lavaggi regolari e l’uso dei farmaci somministrati dopo la semina faranno passare più rapidamente il prurito. Dopo un po’ di tempo i canali aperti si incrostano; in questa fase può verificarsi un prurito, ma se si ha pazienza le croste cadranno col tempo e il prurito finirà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.